QuestasinnaI

Animazione e promozione della partecipazione civica sui più importanti problemi collettivi


21 Gennaio 2011 - Società

Lo svolantinaggio, ovvero l'imbucatura di volantini pubblicitari!

36 anni, laureato, racconta la miseria del suo lavoro !

Le 8-10 ore, i km percorsi, la paga giornaliera intorno ai 12 euro !
Il vergognoso sfruttamento, la vergognosa umiliazione !!

Accasioneri

commenti (2) Stampa l'articolo Spedisci l'articolo

Vedi anche aggiunta a margine

C’è un settore del mercato del lavoro cagliaritano, e di tutta l’area vasta, che proprio non conosce crisi: è quello del volantinaggio, il fondo del fondo per inoccupati di lungo corso, disoccupati dequalificati, laureati senza fissa dimora e svantaggiati d’ogni genere e risma.

Non passa settimana, infatti, che sul portale Tiscali Lavoro non compaia in proposito qualche offerta di lavoro che promette, nero su bianco, guadagni mirabolanti.
Da inoccupato esperto senza troppe prospettive fiuto subito l’affare e chiamo. Risponde una signorina dalla voce distinta che, quasi fosse una lezione imparata a memoria, comincia a sciorinare percentuali, fissi, premialità varie legate a quello che, tempo qualche giorno, sarà il mio prossimo ambito lavoro: 0,013 la singola, 0,017 l’abbinata, 0,018 la tripla e così via. Singola significa un volantino per volta; abbinata significa due volantini diversi, tripla tre volantini diversi per volta.

Senza indugiare in troppi calcoli dico subito di si, che, non si sa mai, magari poi l’Unione Sarda (come scrive in questi giorni per i precari del comune) dice che non ho voglia di lavorare. L’orario di lavoro è dalle 9 del mattino alle 17 del pomeriggio. E non è certo finita qui: siccome noi svolantinatori siamo lavoratori autonomi (aicci mai dannu!!) al guadagno totale andrà sottratta la ritenuta d’acconto del 20% che, ci dicono, andrà versata all’”INPISI” per i contributi previdenziali (?).
Mi faccio assumere per telefono e l’indomani mattina, zaino in spalla e panino per il pranzo, mi presento al luogo di lavoro. Vengo accolto da una decina di colleghi, tutti più o meno sorridenti, che si sentono in dovere di infondermi coraggio. Non capisco perché: se passo 1000 volantini guadagno 13 euro. E’ tutto nero su bianco, mi dico: dipende da quanto sei veloce, da quanto sei bravo. Penso: finalmente! Sono capitato nel tempio della meritocrazia! Anni e anni di dibattiti, di leggi di riforma, di investimenti in istruzione, e questi del volantinaggio sapevano già tutto. Bene.

Parto: destinazione zona del Medio Campidano. Comincio il mio lavoro con una benedetta quadrupla, batteria da 800, che non so esattamente cosa voglia dire ma tant’è: ho esattamente 3200 volantini distribuiti tra spalle e braccia.
All’inizio, mi dovetti ricredere, non è che vai tanto veloce: sei praticamente sopraffatto da una tempesta di volantini che pare voglia dominarti. Il carico è talmente ingombrante che alla casella di posta (una sorta di mistica Grande Meta per qualsiasi svolantinatore) sei quasi costretto a gettare tutto a terra, scegliere con cura i volantini, e affidarli uno per uno alla tanto sospirata casella: uno, due, tre e quattro.
Eppoi devi farti la tua zona e devi stare ben attento a non perderti. C’è un aspetto di tutta questa vicenda che proprio non avevo calcolato: sono le salite delle vie dei paesi del Medio Campidano. Hanno delle tendenze che neanche il Pantani dei giorni migliori: m’inerpico, io e i volantini, bramoso di gloria (e di guadagno).

Su in vetta, verso le 2 del pomeriggio (chissà quanti km avrò già percorso..), mi siedo - completamente fradicio di sudore - sul Duro Asfalto a mangiare il mio panino, sfruttando quei 5-10 minuti d’attesa nei quali il mio capogruppo provvederà a rifornirmi di volantini.
Altro carico, altre vie e così per tutta la giornata. Certo, s’era detto alle 17. Generalmente, di norma, si può anche finire prima. Non oggi però: oggi, per informare i cittadini del Medio Campidano sui nuovi fantastici prodotti e relativi prezzari dell’industria Made in Sardistan, abbiamo finito alle 19:00. Alla fine, seguire la cartina al buio pareva la più ardua delle imprese.

Entro in macchina sfinito, con dolori muscolari di vario genere, disidratato ma felice: in fondo, ho assicurato al loro triste destino circa 600 volantini in quadrupla, e altri 200-300 in singola. Non so ancora bene come conteggeranno la mia quadrupla, chiedo spiegazione ai colleghi e ne ricevo in cambio sorrisi di compassione misti a noia e tormento. C’è poco da sbagliare: 6 per 4 ventiquattro. Anni e anni di studi di sociologia, filosofia, economia aziendale e politica economica e poi... tutto quello che mi serviva nel mondo del lavoro erano le tabelline delle elementari.

Comunque, poche chiacchere: DUEMILAQUATTROCENTO VOLANTINI! Manco fossi l’ultimo dei fessi.
E invece? E invece no, la quadrupla non è che vale…quadrupla! Est arribau “m’indi andu!| D’altronde, dicono, il lavoro che fai per mettere un volantino lo fai lo stesso, anche se ne metti quattro, o cinque (ma come?? E il carico sulle spalle e sulle braccia? E le cime Coppi? E il buio? E il lavoro oltre l’orario giornaliero?) . Proprio per questo motivo la quadrupla viene pagata di più. In pratica, si, è vero, hai passato duemilaquattecc,. Ecc., ma NOI ti contiamo solo le volte che li hai imbucati in casella e, cioè, 600 volte: 600 per 0.019 (tariffario v. sopra), più duecento in singola (200 per 0.013) fanno in tutto circa 14 euro.

E il lavoro straordinario? Generalmente, di norma, viene riconosciuto un piccolo surplus. Non oggi però: oggi non hai neanche finito la tua zona e quindi, sempre per NOI, sei stato TU ad essere lento.

Oddio, penso: ma dov’è la CGIL, dov’è finita la FIOM?? Dove sono finiti Lama e Berlinguer? Penso alla Costituzione e alla sua prosa, che cito a memoria: diritto al lavoro e diritto ad una retribuzione EQUA e, comunque, tale da garantire dignità al lavoratore e alla sua famiglia.

Torno a casa alle 20 di sera e sono fuori dalle 9 del mattino, per 14 euro. I miei genitori chiedono com’è che è andata.
Bene, penso a denti stretti, in fondo mi fanno anche la ritenuta del 20% per l’INPS.

Aggiunta

A tutto ciò bisogna comunque aggiungiere, per amore della verità, che questa è stata una giornata particolarmente sfortunata. Va un po' meglio in giornate a Cagliari, magari in zone colme di palazzine (noi svolantinatori siamo notoriamente nemici dell'ambiente e ammiratoti accaniti del mattone: abbiamo una sorta di nirvana ogni volta che vediamo palazzi...).

In queste giornate, che comunque nella mia breve esperienza sono state per ora pochissime, il salario può aggirarsi anche sui 30-35 euro.Certo, anche di più, ma anche meno. Insomma, sempre di lavoro sottopagato si tratta.Se poi hai la sfortuna di incontrare la quadrupla...

 


 

 

 



torna su

Scrivi un commento

 Nome (*)

 Email (*)

Inserisci nel campo sottostante il testo di sei lettere o numeri che appaiono in questa immagine.

verifica immagine:

 

 


Commenti:
  1. Marco Asuni - 21 Gennaio 2011

    Il futuro ?!!!!

    Vorrei scrivere qualcosa di utile, tipo una parola di incoraggiamento e di speranza ad Accasioneri, ma ha già scritto tutto lui. Quale futuro per le nuove generazioni, e non solo? Che cosa dovranno inventarsi i nostri figli e anche molti padri? Il problema della disoccupazione sarà nei programmi elettorali dei partiti alle prossime elezioni comunali? Quali impegni realizzabili proporranno?

  2. Accasioneri - 21 Gennaio 2011

    Con i palazzi va un pò meglio

    A tutto ciò bisogna comunque aggiungiere, per amore della verità, che questa è stata una giornata particolarmente sfortunata. Va un po' meglio in giornate a Cagliari, magari in zone colme di palazzine (noi svolantinatori siamo notoriamente nemici dell'ambiente e ammiratoti accaniti del mattone: abbiamo una sorta di nirvana ogni volta che vediamo palazzi...). In queste giornate, che comunque nella mia breve esperienza sono state per ora pochissime, il salario può aggirarsi anche sui 30-35 euro.Certo, anche di più, ma anche meno. Insomma, sempre di lavoro sottopagato si tratta.Se poi hai la sfortuna di incontrare la quadrupla...

 

 

Invia ad un amico:

inserisci la tua email (*)

Inserisci la mail del tuo amico(*)

eventule commento

 

Foto Archivio Questasinnai.com
visite: 688538
x

Questasinnai