QuestasinnaI

Animazione e promozione della partecipazione civica sui più importanti problemi collettivi


12 Gennaio 2011 - Ambiente

Serpeddì

La cooperatin agro-silvo-pastorale Tuviois
è ancora una risorsa ?

Vorrebbe funzionare e produrre ?

qs

commenti (0) Stampa l'articolo Spedisci l'articolo

Una sentenza del 1965 del Commissariato regionale agli Usi Civici individuava negli eredi di 12 rami familiari  di Sinnai gli aventi diritto ai 1074 ettari della ex  Cussorgia Tuviois.

Il territorio di Tuviois si trova nella zona del Serpeddì, ampie valli, alcune montagne e numerosi corsi d'acqua ne costituiscono l'aspetto morfologico. In una sua parte, per circa 400 ettari, vi é ancora un residuo della secolare foresta ghiandifera sarda. Per questa sua caratteristica Tuviois è stata una zona molto importante per l'allevamento del bestiame sino agli anni '40; ancora nel 1954 vi erano cavalli allo stato brado.
La sentenza del 1965 assegnava 1.074 ettari, a 12 rami familiari, eredi di allevatori presenti nella cussorgia alla fine del secolo scorso;.il territorio venne così ripartito in queste dodici quote:
Eredi Cocco Pillerí, ha 299 - Eredi Besalduch, a 184 - Eredi Lepori, ha I24 -Eredi Meloni, ha 93 -Eredi Spina, ha 75 – Eredi Monni ha 77 – Eredi Cara, ha 45 – Eredi Pisu,  Ha 42 – Eredi Frigau
ha 42 - Eredi Ligas ha 30 - Eredi Cocco Paolo ha 30 -- Eredi Farci Zedda ha 30 -

Di fatto, però,  il territorio non è stato mai assegnato. Già nei primi  anni ’80 i discendenti  dei dodici rami familiari assommavano a circa 300 persone, risultando il diritto di proprietà, quindi,  assai frazionato; la media era di appena tre ettari, con quote minime di un ettaro  e persino di 50 are, qualche grossa quota sommava  5 o 6 ettari.

In questa situazione, nel 1981 si sviluppò l’iniziativa di alcuni aventi diritto, tra i quali   i sigg. Dario Spiga, Cesarino Cocco, Salvatore Pusceddu e altri (2),  della costituzione della  Cooperativa a proprietà indivisa, “ Tuviois soc coop”, che raggruppò ben 800 ettari, l’80% delle quote.,  per promuovere con un adeguato progetto agro-silvo-pastorale l’utilizzo e la valorizzazione  unitaria del  territorio,  e richiederne agli Usi Civici, l’assegnazione reale..

Sempre in quegli anni la politica della  Regione Sarda, era orientata,  più che alla assegnazione e ripartizione, in  minute proprietà delle Cussorgie  ancora esistenti,  circa 16.000 ettari fra Sinnai e Mara,  alla  inclusione nel  demanio forestale regionale.
Questa politica non andò avanti e lentamente la divisione delle ex cussorge riprese;  in questi anni è in atto quella di Mont’e Pauli

Lo stesso progetto  produttivo e cooperativistico per Tuviois non è andato avanti, anzi non è mai iniziato, anche per la mancata reale assegnazione del territorio da parte degli Usi Civici: forse inizialmente per gli intenti diversi della Regione, forse,  dopo,  per la mancanza di affidabilità manageriale della  Cooperativa. Oggi questa, comunque   oggi continua a sussistere e a svolgere un minimo di rappresentanza proprietaria nell’area e di rapporto con alcuni pastori di Burcei  presenti;  gli amministratori  non sono più i fondatori ,  in gran parte sono deceduti, e non sembrano credere o avere progetti di sviluppo.
Al contempo è assente qualsiasi interesse progettuale  pubblico, comunale, regionale che sia,  per questo territorio ex cussorgiale e per gli altri che sussistono.

Per l’estremo frazionamento proprietario  risulta assai difficile l’impresa e l’attività economica agro
silvo pastorale  moderna, d’altra parte qui a Sinnai esiste ancora questa   cooperativa di piccole proprietà montane:è  ancora una risorsa ?

 



torna su

Scrivi un commento

 Nome (*)

 Email (*)

Inserisci nel campo sottostante il testo di sei lettere o numeri che appaiono in questa immagine.

verifica immagine:

 

 


Commenti:

 

 

Invia ad un amico:

inserisci la tua email (*)

Inserisci la mail del tuo amico(*)

eventule commento

 

Foto Archivio Questasinnai.com
visite: 670497
x

Questasinnai