QuestasinnaI

Animazione e promozione della partecipazione civica sui più importanti problemi collettivi


26 Ottobre 2010 - Comune

Che cosa fa il Comune per i disoccupati ?

"Cantieri di lavoro, lavori civici e assistenza, incremento prossimo attività edilizia-lottizzazioni"

Questa la risposta, a colloquio con il Sindaco Serreli
Dall'Ass. Pusceddu informazioni sulla forza lavoro
sinnaese

Sandro Cardia

commenti (1) Stampa l'articolo Spedisci l'articolo

“LA CRISI” e il problema del lavoro e del reddito, che diventa scarso o  manca de tutto, ha di nuovo dimensioni sociali estese, è diventato  impellente e gravissimo per moltissimi concittadini 
Non è più possibile farcela da soli, ancora peggio se si ha famiglia, e, ….facendo parte di una cittadina,…ci si rivolge al Comune !

Il Comune, che ha un Ufficio apposito, interviene a riguardo.

Interviene in diversi modi, fornendo lavoro saltuario e contributi assistenziali, con una utenza  complessiva di circa   un migliaio di persone, così ci ha dichiarato il Sindaco Sandro Serreli, a cui abbiamo passato la domamnda fattaci da un gruppo di disoccupati,  che aggiunge: “è una situazione assai pesante, diventata  tale in questi ultimi tempi, che ha riguardato anche famiglie e persone,  che sino a poco tempo ritenevano di essere al sicuro o che avevano il supporto anche  delle pensioni dei propri anziani."
 
Siamo andati  infatti a trovare il Sindaco in Comune, così come abbiamo contattato l’assessore Barbara Pusceddu, per avere informazioni  sui numeri dei lavoratori a Sinnai. 

I Cantieri di lavoro

Innanzi tutto il Sindaco ci cita  i Cantieri  di lavoro che sono in corso: quello per il Verde pubblico e quello  per  gli Interventi edili pubblici. La  relativa disponibilità finanziaria complessiva è stata  di 360.000 euro( finanziamento  regionale  220.000 euro, comunale  140.000 euro) che hanno interessato e   interesseranno  complessivamente 100, 120 operai per 30 ore settimanali  da uno,  due ai tre mesi. Con l’assunzione di almeno 78 giorni si matura anche il diritto all’indennità di disoccupazione

Lavoro  e assistenza per le” Povertà estreme”. 

Il Comune ha attuato  questo  programma della Regione nel 2009, risorse 493.000 euro,    finanziando i piani comunali relativi ai lavori di Servizio Civico, cioè lavoro per  alcune ore al giorno per   200 – 300 euro al mese, per tre, quattro mesi; nel 2009;  ha interessato a Sinnai  una ottantina di persone.
Il servizio civico ha riguardato lavori come:  Custodia, vigilanza, pulizia, piccole manutenzioni  plessi comunali, palestre, musei, blioteche,  sorveglianza e manutenzioni verde pubblico, uscierato e custodia  centri per anziani,  accompagnamento scuolabus comunali, supporti uffici comunali per fotocopie, archiviazione, supporti  inziative culturali e sportive patrocinate dal Comune, ecc..
 Il finanziamento regionale per le Povertà estreme prevede anche l’assistenza per le necessità minime a cui Il Comune  ha dedicato il 40% dei fondi disponibili.
L’Assistenza si esplica  in aiuti  particolari: sfratti, pagamenti bollette, contributi direttamente finanziari, pagamenti funerali, ecc.
Il tempo trascorso tra la pubblicazione dei bandi  e la completa spendita delle risorse è stato in media di 6 mesi.
Della Assistenza, per un’altra nostra  inchiesta,  si occupano al contempo anche le Parrocchie  di S. Barbara e quella di S. Isidoro, che assistono riguardo gli alimenti intorno alle 600 persone,   in  parte le stesse persone e famiglie che si riferiscono al Comune.


Lavoro stabile

Sono al via in Comune  il bando di alcuni concorsi comunali per l’assunzione di 1 ingegnere, 1 funzionario contabile, 2 geometri, 3 operai, da inserire nell’Organico comunale.

Nuove lottizzazioni e attività edili

Il Sindaco ci informa  anche  della possibilità di lavoro a pieno tempo per le maestranze edili locali, perchè sono prossime al via a Sinnai  cinque lottizzazioni: quella di Serralonga, S’Arrideli, S’Ollastu, Funtaneddas, Is Mitzas, che assorbiranno  molti edili sinnaesi.
A  riguardo   il Sindaco  fa anche  presente, perché spesso lo si interpella,  che le Imprese  hanno libera facoltà di assunzione degli operai, sinnaesi o meno. Ciò è nella possibilità anche per le Imprese che vincono appalti comunali, anche se il Sindaco invita gli imprenditori a rivolgersi alle maestranze locali. (fa l’ esempio dell’impresa che esegue i lavori sul Rio Solanas, i cui operai in gran parte provengono, come l’impresa stessa,  dall’Ogliastra).

Servizi e attività produttive a Sinnai

Personale ne assorbono anche  le nuove attività  produttive  e di servizio,  che a Sinnai  sono sorte e stanno sorgendo; si rileva, infatti,  in questi ultimi anni un  continuo e costante incremento..
Il Sindaco  ci consegna un foglio da cui risulta il passaggio, al netto delle dismissioni:delle attività commerciali  da n.  233 nel 2006 a n. 250 nel 2010; Somministrazione di   bevande, da n.  36 a  n: 43;  sempre nell’arco di tempo indicato,le attività ricettive , da n.  10 a n.  27; le attività artigianali da n.  384 a n.  408;  i produttori agricoli da n. 8 a n.  15.

Lavoro laureati.

Il Sindaco e il rag.Raffaele Cossu, dell’Ufficio  comunale Istruzione e Servizi sociali,( presente  al colloquio,  in quanto ha fornito al Sindaco dei dati),  ci fanno notare della difficoltà da parte del Comune di reperire 7 giovani  laureati in diverse specializzazioni, dall’informatica, alla psicologia,  titolari delle borse di studio regionali Master and back;   si è presentata, ci dichiarano,  una sola giovane e “per di più non sinnaese” ! L’altra difficoltà, o meglio impossibilità,  è stata quella di reperire un giovane laureato iscritto all’albo dei sindaci  revisori dei conti da presentare  nelle società miste cui partecipa il Comune.

Disoccupati e Inoccupati

Dall’Assessore Barbara Pusceddu abbiamo avuto dati precisi sul numero dei disoccupati e sugli inoccupati.

I concittadini disoccupati in cerca di lavoro iscritti al Centro per l’Impiego  (ex Ufficio di collocamento) ammontano a n. 2.214, uomini, 1300, donne 914.
(I  lavoratori disoccupati sono quelli iscritti al Centro citato che hanno perso un posto di lavoro o cessato  una attività di lavoro autonomo, ndr)
Disoccupati suddivisi per età: 15 /24 anni n. 238 -  25/ 34 anni n. 707 -   35/54 anni n. 1069 -   55/ 64 anni n. 194 -   oltre  n. 56
Disoccupati suddivisi per titolo di  studio: Iscritti Lista Disabili n. 305;  Nessuno titolo d studio n. 26; Elementari n. 261; Medie 1.138; Diploma S.  Superiore  n. 654, Diploma Universitario n. 11, Laurea 68;  Non dichiarato titolo 56.

Gli inoccupati, anche essi iscritti  al Centro per l’impiego,  sono le persone che pur non avendo mai lavorato si dichiarano disponibili  farlo, cioè coloro xhe sono in cerca di prima occupazione,   a Sinnai risultano  al 31/12/2009 n. 1.442.

Complessivamente quindi a Sinnai,  disoccupati e inoccupati  risultano  3.656  cittadini, il  33% di una popolazione attiva, sempre al  31 dicembre 2009, di 12.071 cittadini, maschi 6.058, femmine 6013; la popolazione attiva, sono i  cittadini da 15 ai 64 anni,  in grado si svolgere una attività lavorativa.
Poi  ci sono i cittadini considerati “Inattivi”, cioè  coloro che non cercano lavoro ( in gran parte forse scoraggiati o rasseganti del non lavoro ?) e  non  iscritti al Centro per l’impiego in quanto disoccupati o inoccupati.
Il numero degli inattivi,  come quello  sul numero degli occupati siamo in attesa di riceverlo da lCentro servizi per il lavoro di Quartu.

Questo è il quadro che siamo riusciti a tracciare; la situazione appare pesante,  pur considerando che è attenuato dal lavoro in nero, in gran parte saltuario.

Ringraziamo della collaborazione il Sindaco Sandro Serreli, l’Ass.Barbara Pusceddu e i funzionari comunali rag. Raffaele Cossu e  la sig.ra. Paola Asuni.

 


  



torna su

Scrivi un commento

 Nome (*)

 Email (*)

Inserisci nel campo sottostante il testo di sei lettere o numeri che appaiono in questa immagine.

verifica immagine:

 

 


Commenti:
  1. Cristina Cappai - 26 Ottobre 2010

    Dopo due anni molte attività muoiono

    SPERO CHE QUESTI DATI SIANO ATTENDIILI, MI RIFERISCO AL PEZZO SCRITTO SUI Servizi e attività produttive a Sinnai, SONO IN AUMENTO LE ATTIVITA' PRODUTTIVE; MA NESSUNO DI VOI, COMPRESO IL GIORNALISTA CARDIA, NON HA CITATO UN ARGOMENTO MOLTO IMPORTANTE: LA DISOCCUPAZIONE E' TALMENTE TANTA CHE CHI HA UN GENITORE CON QUALCHE SOLDO DA PARTE, LO IMPIEGA INVESTENDOLO PER I PROPRI FIGLI CON DELLE ATTIVITA'. CIO' NON VUOL DIRE CHE LA DISOCCUPAZIONE DIMINUISCE, QUESTO LO DIMOSTRA IL FATTO CHE DOPO DUE ANNI E ANCHE MENO, MOLTE ATTIVITA' MUOIONO INDEBITATE, SECONDO ME IL PROBLEMA PRINCIPALE E DEL COMUNE CHE DEVE ASSICURARE AL FUTURO COMMERCIANTE O ARTIGIANO UN LUOGO IDONEO, PER LO SVILUPPO DELLA PROPRIA ATTIVITA', COSI' FACENDO LE ATTIVITA' SARANNO SEMPRE IN AUMENTO, IL RESTO DELLA POPOLAZIONE DISOCCUPATA, I NEGOZI SONO VUOTI E I COMMERCIANTI CHIUDONO , BISOGNA CREARE STRATEGIE DI COMME COMMERCIO, I SOLDI DEVONO RESTARE A SINNAI !

 

 

Invia ad un amico:

inserisci la tua email (*)

Inserisci la mail del tuo amico(*)

eventule commento

 

Foto Archivio Questasinnai.com
visite: 670498
x

Questasinnai