QuestasinnaI

Animazione e promozione della partecipazione civica sui più importanti problemi collettivi


19 Ottobre 2010 - Società

"LA CRISI": meno reddito per la maggior parte dei cittadini, meno consumi, meno lavoro, meno acquisti, meno vendite !!!

Sinnai, Stretti dalle difficoltà i piccoli commercianti

Chiamate e appelli al Comune !

Commenti di Maurizio Boassa, Cristina Cappai, Assessore al Commercio Josto Murgia

qs

commenti (4) Stampa l'articolo Spedisci l'articolo

Ovviamente  “La crisi” alla fine è arrivata anche sui   piccoli commercianti, quelli ancora presenti nel centro storico e all’interno del paese, quelli  che hanno resistito alla rimozione e soppressione  portata avanti  dai periferici Centri commerciali.
Per il loro posizionamento, per il servizio necessario offerto a particolari fasce residenziali  di cittadini, per il disporre a volte  di beni  particolari ed indispensabili, si pensava che potessero resistere..
Su Face book, “la piazza aperta “ delle variegate  comunicazioni sociali e  personali on line,  nei link locali sinnaesi, in particolare in “Disoccupati a Sinnai”, curato da Cristina Cappai, sono  cominciati  a comparire  denunci   e appelli per la crisi che stringe i piccoli  negozi e le botteghe.

A Questasinnai sono arrivati ieri  questi  messaggi (firmati)che riportiamo di seguito.

"Commercianti sinnaesi " chiede al Comune provvedimenti urgenti per affrontare le problematiche che impediscono lo sviluppo delle proprie attivita', che creano economia e prestigio; chiede un'incontro con gli Amministratori locali in aula Consiliare. dove verranno proposte anche da noi  iniziative mirate a costruire un commercio piu' attivo.  concreto ed equilibrato..

Lodevole l'iniziativa di riunire i commercianti nella associazione "Sinnai Impari"; inizialmente alcuni di noi ne  sono stati affascinati, nella speranza di trovare, tutti uniti con lo stesso obbiettivo,  la forza di organizzazione per contrastare il potere dei centri commerciali, delle cineserie e degli ambulanti forestieri 
Quale e' stato il beneficio proficuo riscontrato dai commercianti di Sinnai ?????
Da quando sono iscritta non e' mai stata fatta un'assemblea pubblica in cui siano state illustrate le attivita' svolte dalla suddetta associazione, ne tanto meno siamo stati invitati per sviluppare idee con un'azione creativa a favore della nostra categoria.
Per entrare a far parte dell'assocciazione Sinnai Impari, si paga una quota annuale, non bastano le tasse comunali,( io personalmente pago 250 euro di netezza urbana, di un locale di 75 mq, produco cartone, che oltretutto e' riciclabile......)


Siamo un gruppo di commercianti,  io Cristina Cappai portavoce, chiediamo di poter parlare con Sindaco e con l’ amministrazione comunale, per aiutarci con  nuove  idee per riuscire ad affrontrare  questa crisi.
Mi risulta che nell'arco dell'anno nessun commerciate è stato convocato per un'azione creativa a favore della nostra categoria.
Le strade sono semivuote, i clienti si lamentano che a Sinnai, in generale c'è poca iniziativa commerciale e che noi stessi singoli  commercianti non siamo attivi.
Facciamo parte della categoria "BOTTEGHE" dove la gente ancora baratta  il prezzo
per avere un prodotto e fa
salotto quando ha del tempo libero,  ma va a   spendere la maggior parte dei soldi fuori Sinnai.
Molti di noi si Chiedono  ancora  
perché gli Amministratori comunali ci invogliano ad aprire negozi
senza darci un aiuto !

Dai dati del  Comune risulta  in  continuo aumento, al netto delle chiusure,   il numero delle attività commerciali aperte , sede fissa:
nel 2006 erano 235 -  nel 2007 n. 238 -  nel 2008 n. 240 – a tutt’oggi 12 ottobre 2010 sono n. 250.
Il dato, così come è,  sembrerebbe positivo, ma potrebbe essere anche  negativo, cioè: la crisi del lavoro dipendente e professionale  porterebbe ad investire i risparmi e ad aprire  attività commerciali, ma esse quanta possibilità hanno di resistere e affermarsi ?

I messaggi  ricevuti segnalano amarezza e rabbia, certo l’assemblea nella sala del Consiglio comunale  che i piccoli negozianti propongono evidenzierà meglio la  situazione.
La società sinnaese e il Comune non  può lasciare soli i piccoli negozi. La solidarietà concreta è necessaria e non può che consistere nell’acquistare fuori Sinnai e nei Centri commerciali solo ciò che è strettamente conveniente, come al contempo  i commerciati  locali potrebbero attivarsi con promozioni commerciali,  come al contempo il Comune  non può che  intervenire con sgravi fiscali e  tariffari sui servizi comunali.

Nota: Lìimmagine rappresenta il Dio Ernes, del commercio e dei mercanti, della mitologia greca.

 



torna su

Scrivi un commento

 Nome (*)

 Email (*)

Inserisci nel campo sottostante il testo di sei lettere o numeri che appaiono in questa immagine.

verifica immagine:

 

 


Commenti:
  1. Giampiero Cocco - 26 Ottobre 2010

    Disinteresse

    Spesso si notano tanti commenti anche su argomenti spesso un pò frivoli, mentre Temi come questo posto in discussione, NON INTERESSANO , sembra, a NESSUNO! Dove sono tutti i commentatori che solitamente si firmano o meno ? Forse non si ritiene interessante un argomento come questo?

  2. Josto Murgia - 21 Ottobre 2010

    Precisazioni dell'Assessore

    Mi ero ripromesso di non intervenire in questo dibattito in quanto un articolo che si basa su informazioni presenti in alcuni network (FB) può esser privo di verifica giornalistica e spesso carente di informazioni attendibili; Ad ogni modo riconosco che la "notizia" esiste ed ha generato alcuni commenti per cui mi corre l'obbligo precisare alcune piccolissime cose. - Il posizionamento degli alberi di Natale (cime di Pini), operazione gradita ai più, è stata gestita e promossa dall'Assessorato al Commercio e non dall'Associazione Sinnia Impari, peraltro operazione totalmente a titolo gratuito senza nessuna spesa per commercianti e Comune. Speriamo si possa ripetere questo anno 2010. - L'Associazione Sinnia Impari al momento della costituzione si è data organi dirigenti che sono durati ben 3 anni portando avanti un progetto di comunicazione e fidelizzazione dell'utenza con contributo regionale al 100% e quindi senza nessun onere da parte dei Commercianti coinvolti. I risultati si sono evidenziati nelle ultime Assemblee a cui il sottoscritto, Assessore al Commercio, ha partecipato in quanto membro di diritto del Consiglio di Amministrazione e che plaude al risultato. Se qualcuno non avesse completezza dei risultati, per assenza o carenza di informazioni, ha avuto ed ha la possibilità di accedere e consultare tutte le rendicontazioni e la conclusione del progetto in quanto pubbliche, palesi e disponibili a richiesta così come sempre fatto dall'Associazione. Infine non voglio commentare i dubbi sulla chiarezza sull'Associazione in quanto non essendo presidente o organo dirigente della stessa non posso ribattere compiutamente; manifesto però perplessità, rammarico e sconcerto per come strutturati, manifestati e palesati ed anche perchè il sottoscritto (e fortunatamente non solo) ha estrema fiducia, stima e gratitudine per chi in 3 anni ha dedicato tempo, energie e risorse affinchè molti potessere avere dei riferimenti extra istituzionali nell'ambito commerciale. All'intero ex Consiglio di Amministrazione di Sinnia Impari ed ai soci operanti tutta la mia rinovata gratitudine ed i miei complimenti vivissimi. Rinnovo la MASSIMA DISPONIBILITA' verso tutti i commercianti, cittadini e operatori che vogliano incontrarmi, vogliano organizzare incontri, vogliano impegnarsi per migliorare qualsiasi cosa migliorabile. Attendo con estrema partecipazione qualsiasi richiesta che mi pervenga così come è sempre accaduto e per cui mi sono sempre impegnato e reso promotore. Vi ringrazio dello spazio e saluto tutti cordialmente Josto Murgia Assessore al Commercio Comune di Sinnai

  3. Cristina Cappai - 20 Ottobre 2010

    Ass. Sinnai Impari, benefici ?!

    A questo punto, mi chiedo? Vi siete POSTI UNA SEMPLICE DOMANDA; perchè SIAMO IN 7 ? HO FATTO A NOME DEI COMMERCIANTI UNA DOMANDA BEN SPECIFICA, QUALE E' STATO IL BENEFICIO DELL'ASSOCCIAZIONE "SINNAI IMPARI" ? SONO DEL PARERE CHE UN'ASSOCCIAZIONE NASCE PER CREARE DEI BENEFICI, LA QUOTA A NNUALE A COSA E' SERVITA?, E LE 10 EURO ALL'ANNO A COSA SONO DESTINATE? NON E' UNA GRANDE QUOTA SE PRESA SINGOLARMENTE, MA SE PERMETTE, ESCONO DALLE NOSTRE TASCHE, ANCHE ANDARE IN PALESTRA NON IMPOVERISCE NESSUNO , MA ALMENO TRAE DEI BENEFICI ! La verità e che la crisi è davvero tanta, le tasse di più, e la concorrenza dei cinesi ad alcuni di noi ha tagliato le gambe; questo non vuol dire che se non tocca il suo settore Lei se ne deve altamente fregare, e pur sempre commerciante e se continuiamo così, prima o poi i cinesi venderanno vino cinese a metà del prezzo che lo vende Lei. Comunquè io non sparo a zero ma sparo a bersaglio, mi piace la chiarezza, cosa che non ho visto in questa assocciazione. Per ben due anni, ho visto alberi di natale dati dalla forastale, enormi che per allestirli non bastavano 100 euro, mentre nelle prime riunioni si parlava d'altro. Comunque io personalmente impiego il mio tempo a disposizione GRATUITAMENTE per qualcosa che mi crea benefico, che mi far star bene, e che mi dia un resoconto, altrimenti se permette faccio volontariato alla MISERICORDIA

  4. Maurizio Boassa - 19 Ottobre 2010

    Per fare chiarezza

    Per fare chiarezza Per dovere di precisazione, ricordo che il Centro Commerciale Naturale "Sinnia Impari" della quale sono stato vicepresidente e poi cassiere ,ha effettuato nel corso dei tre anni 2007/2008/2009 ben 9 assemblee, alle quali tutti i soci aventi diritto (quelli in regola con il pagamento della quota annuale di ? 10,00 !!!!!!!!) sono stati invitati a partecipare con comunicazione scritta recapitata presso ogni negozio dal Sig. Gianni Deias (incaricato dal consiglio di amministrazione dell'associazione) che per ricevuta faceva firmare su apposito foglio. Ebbene, nonostante tutti i soci erano a conoscenza delle riunioni , le presenze erano sempre minime. L'ultima riunione del 12/04/2010 dove tra l'altro era previsto il rinnovo delle cariche sociali, su 51 soci convocati eravamo in 7 !!!!!. Per quanto riguarda le quote associative penso che i 70,00 euro d'iscrizione del primo anno ed i 10,00 euro dei successivi, totale 90,00 euro in tre anni, non abbia impoverito nessuno. Forse la verità è un altra, e cioè che tutti i commercianti stanno più o meno bene, e che non gli interessa quel tipo di associazionismo, oppure pensavano di trarne innumerevoli benefici economici. In ogni caso credo che non sia giusto sparare a zero contro una iniziativa a mio parere lodevole che non è vero che non ha portato a nessun beneficio, ma questo ritengo che debbano essere altri a confermarlo.Le preoccupazioni di Cristina Cappai sono lecite ma la prego di non scaricarle su chi a messo a disposizione gratuitamente il suo tempo libero per cercare di fare qualcosa. Invito quel "gruppo di commercianti" la cui portavoce è la Sig.na Cappai di elaborare qualche iniziativa portandola a conoscenza di tutti, io sarò il primo ad aderire. Cordiali saluti Maurizio Boassa

 

 

Invia ad un amico:

inserisci la tua email (*)

Inserisci la mail del tuo amico(*)

eventule commento

 

Foto Archivio Questasinnai.com
visite: 666414
x

Questasinnai