QuestasinnaI

Animazione e promozione della partecipazione civica sui più importanti problemi collettivi


18 Agosto 2010 - Ambiente

Pineta come

"Percorso di vita" in 15 piazzuole

Attrezzature e attività motorie e ginniche.
Limitazione conseguente transito veicolare.

qs

commenti (1) Stampa l'articolo Spedisci l'articolo

Il progetto comunale della valorizzazione della Pineta, prevede,  oltre la costruzione del Chiosco-bar ( già effettuato), la sistemazione di alcuni sentieri e la costruzione di un percorso di 15 piazzuole per attività ginniche; si svolgerà lungo  la parte iniziale della Pineta, partirà dopo alcune decine di metri dall’ingresso, situandosi a fianco della strada pianeggiante  che porta alla curva e alla salita per la Caserma; sono circa 560 metri.
Le piazzole  e le stazioni ginniche saranno ricavate nelle aree disponibili tra la strada e il ruscello; ne consegue la chiusura della strada al transito veicolare, auto e moto, salvo le  eccezioni necessarie. La foto dell'articolo mostral'inizio del percorso.

Qui di seguito, alcuni stralci della relazione tecnica della relazione dell’Architetto progettista Francesco Deplano. 

“ (Alcuni) comparti  della Pineta di Sinnai, sono destinati ad accogliere un percorso,
dedicato allo svolgimento di attività motorie all’aperto, con l’aiuto di alcuni semplici ma solidi attrezzi.
Il sistema di allenamento all’aria aperta tipo “ Percorso Vita” è formato da quindici
stazioni, ognuna della quali è dotata di attrezzi e cartello esplicativo per gli esercizi.

Breve Storia 
Percorsi “Ginnastica all’aria aperta”

Il primo di questi “Percorsi Vita”, fu realizzato nel 1967 dall'architetto svizzero Erwin Weckermann di Zurigo che installò in un bosco con grande spirito civico, alcune attrezzature ginniche in legno, mettendole a disposizione di tutti i cittadini, con lo scopo di favorire una sana attività ginnica all'aperto, a giovani e anziani.
Molto presto si formò spontaneamente un gruppo di volontari, formato da un medico, un ingegnere ed un ispettore capo della forestale, per studiare e curare le malattie dovute ad una vita sedentaria in ambienti lavorativi malsani, saturi di fumo o in particolari aree industrializzate, con livelli molto alti d’inquinamento ambientale e da rumore.
Il gruppo di tecnici studiò per un certo periodo i frequentatori-tipo del percorso vita,suddivisi per età e professione, l'equipe perfezionò tipi e modi di ginnastica fino alladefinizione di un percorso scientifico che prese appunto comunemente il nome di“Percorso Vita”.

Nell’area della Pineta di Sinnai, prescelta per le sue caratteristiche morfologiche ideali, è possibile realizzare un percorso vita in cui eseguire esercizi di potenziamento muscolare con ripetizioni, o di semplice mantenimento con esercizi semplici adatti in particolare al pubblico femminile, è interessante notare che gli stessi attrezzi ginnici, usati con moderazione consentono di eseguire la ginnastica dolce ideale per gli anziani.

La leggera pendenza del percorso che partendo dal ponte, ubicato in prossimitàdell’ingresso della Pineta, si diparte lungo lo stradello esistente consente di allenarsi in maniera semplice ma efficace in funzione della velocità d’esecuzione e di ripetizione.
Questo tipo di esercizio, da farsi per i non esperti secondo una tabella studiata dal proprio medico o allenatore, consente dei miglioramenti a livello polmonare e cardiaco.
In ogni caso una serie di cartelli, posti lungo il percorso, in prossimità delle piazzuole in cui sono ubicati gli attrezzi ginnici, indica i tipi di esercizi che è possibile eseguire in funzione del sesso e dell’età, con lo strumento.
Il percorso è illuminato con pali luce, ed è disposto lungo lo stradello semi pedonale, che dall’ingresso della pineta porta al nuovo chiosco bar e area giochi per bambini, pertanto può essere utilizzato anche la sera, in particolare nei mesi estivi.
I cartelli che rappresentano le tappe del Percorso Vita raffigurano gli esercizi base da
compiere, sono praticamente inalterabili e incancellabili.
Nei pressi dell’ingresso alla Pineta sarà possibile in un secondo tempo realizzare il Percorso Vita per i diversamente abili.

La posa in opera delle attrezzature e dei cartelli deve avvenire secondo una logica successione dei tipi di esercizio.
Per fare il percorso vita si parte con esercizi di riscaldamento, per arrivare per gradi a quelli più impegnativi, al termine del percorso devono essere svoltisi gli esercizi di rilassamento e distensione, la cartellonistica è necessaria per fornire ai principianti una guida all’esecuzione corretta dell’esercizio in funzione anche dell’età dell’atleta.

Sinnai Aprile 2010
Architetto Francesco Deplano”



torna su

Scrivi un commento

 Nome (*)

 Email (*)

Inserisci nel campo sottostante il testo di sei lettere o numeri che appaiono in questa immagine.

verifica immagine:

 

 


Commenti:
  1. Walter P.  - 05 Ottobre 2010

    Sport Bambini

    Il sig. Walter Pis fa richiesta di dell'informazione che segue; per poterla tecnicamente inserire l'abbiamo postata nell'articolo indicato. "Salve a tutti.. sapete indicarmi alcune attività sportive presenti a Sinnai dove è possibile far frequentare un bambino di 8 anni? Grazie!! saluti walter pisu"

 

 

Invia ad un amico:

inserisci la tua email (*)

Inserisci la mail del tuo amico(*)

eventule commento

 

Foto Archivio Questasinnai.com
visite: 759408
x

Questasinnai