QuestasinnaI

Animazione e promozione della partecipazione civica sui più importanti problemi collettivi


14 Maggio 2008 - Comune

Traffico senza ordine e pericoloso

confluenza via Roma, S. Nicolò, Trieste, Perra e D'Arborea

Sandro Cardia, QS n. 82

commenti (2) Stampa l'articolo Spedisci l'articolo

E’necessario un grave incidente per rendersene conto e  intervenire?

 

I passaggi pedonali.

I passaggi pedonali sono stati tutti  sistemati  appena oltre l’angolo degli incroci, alla svolta delle strade,   forse per non interrompere il precedente  flusso e  lo scorrimento delle auto.

La visibilità dei pedoni da parte degli automobilisti ne risulta però limitata,  devono anche osservare le auto  in movimento a lato e in senso contrario e finiscono per scorgere all’ultimo momento il passante o non lo scorgono affatto !

Molto spesso  nei quattro passaggi pedonali avvengono leggeri  investimento di pedoni, sono solo tali perché  i passanti avvertiti dall’esperienza controllano con molta attenzione il flusso del traffico; particolarmente intenso è  il passaggio pedonale nei giorni del martedì e venerdì, giorni di mercato, il cui  piazzale è nei pressi.

Due  i passaggi  estremamente pericolosi e in cui avvengono la maggior parte  degli investimenti pedonali.

Quello all’angolo  tra la via Roma e via Perra, di fronte al negozio Loi.

Gli automobilisti per svoltare a sinistra dovrebbero fermarsi allo stop e controllare i pedoni e le macchine che provengono da via D’Arborea per dare loro la precedenza; invece non curanti dello stop passano  dritti con la forte velocità di provenienza, controllano via D’Arborea per dare la precedenza e non si accorgono dei  pedoni !

L’altro passaggio pedonale infido è quello all’angolo tra la via Roma e Trieste; la curva, la scarna visibilità e  velocità eccessiva e il controllo delle auto provenienti dalla parte opposta che devono svoltare in via Trieste   provocano spesso lo strisciamento o  il travolgimento del pedone

 

Il passaggio pedonale poi manca del tutto in via D’Arborea,  per poter passare  nella via Trinità.

 

I parcheggi.

Nella zona dall’incrocio delle via Roma con via S: Nicolò e via Trieste sono dislocati sino al bar Ludus e sino al tabacchino di via D’Arborea   9 esercizi commerciali,  più la sede dell’Asl e la sede in un partito politico, complessivamente 11 esercizi.

Il parcheggio nell’area di via D’Arborea e lungo i marciapiedi  è del tutto insufficiente; spesso il traffico è  reso pericoloso, intralciato e perfino bloccato da doppie file e da parcheggi nei pressi degli incroci.

Particolarmente pesante è la situazione intorno al bar Ludus e nei pressi del tabacchino, con fermate anche doppie in entrambi lati della strada nei pressi del tabacchino e della sede partitica.

Abbiamo gia fatto mesi fa la proposta di rendere disponibile e libero  per il tabacchino alcuni spazi per la fermata nel parcheggio di via D’Arborea  e degli spazi in via Funtaneddas,  e ancor più di consentite  solo per un tempo limitato il parcheggio.

 

Parcheggi via San Nicolò

Alla fine del 2006 è stato predisposto sul lato destro della carreggiata il parcheggio sulla via  San Nicolò.

Già da subito i residenti della via hanno rilevato il minor numero delle piazzole  disponibili e hanno inviato al Comune una petizione, firmata da 66 cittadini della zona, per il ripristino del parcheggio

sull’altro lato. Il Comune non ha considerato la richiesta ne  mai risposto; a riguardo, a termini di legge è stata inviata al Comune una diffida legale.

Abbiamo già segnalato  l’alta velocità con cui viene percorsa la via, i sorpassi salendo sul marciapiede e, aggiungiamo ora, i sorpassi  nella parte altra della via, invadendo lo spazio  riservata ai pedoni.

Sarebbe molto appropriato, per limitare la velocità,  sistemare dei dissuasori, che in passato erano presenti.

 

Vigili urbani

Questa zona è la più trafficata di Sinnai eppure manca l’assidua  presenza, controllo e intervento dei Vigili urbani.

 Le risposte possono essere tante, preferiremo che sia lo stesso Ufficio Vigili del Comune a chiarire, il nostro spazio è a disposizione.

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 



torna su

Scrivi un commento

 Nome (*)

 Email (*)

Inserisci nel campo sottostante il testo di sei lettere o numeri che appaiono in questa immagine.

verifica immagine:

 

 


Commenti:
  1. Gio - 09 Giugno 2008

    E' evidente che la vostra preoccupazione è liberare spazio per il parcheggio delle macchine in via S. Nicolò e nei pressi, a 100 metri vi è il parcheggio del piazzale cimitero sempre vuoto e le strade laterali sempre vuote O voi non conoscete la zona , oppure volete 'privatizzare' le strade a favore di una parte della popolazione lì residente e auto-dipendente. L'intervento precedente ha posto in rilievo quali siano le difficoltà che incontra un 'cittadino' pedone che cammina su marciapiedi larghi 50 cm. con varie pendenze e ondulazioni ,costruiti in funzione degli accessi per le macchine , piante e pali di vario utilizzo posti al centro che comporta un continuo slalom ecc... Il problema non è la mancanza di parcheggi pubblici ma la latenza o il non uso dei parcheggi privati! Latenza di marciapiedi larghi, sicuri e facilmente percorribili dai soli pedoni,l'assenza di controllo dei vigili (vedi la vergogna di una piazza S.Barbara piena di auto la domenica sera). Continuate a battervi per l'uso indiscriminato dell' auto e non occupatevi dei veri problemi!!!

  2. B.M. una neomamma - 14 Maggio 2008

    In riferimento all' articolo sui parcheggi della via San Nicolò , vorrei gentilmente far sapere che non è giusto che per ovviare alla carenza dei parcheggi , alcune persone spesso e volentieri parcheggiano le loro auto di traverso con le ruote anteriori SOPRA il marciapiede o addiritura SUL marciapiede stesso nel lato sinistro della carreggiata, impedendo la normale viabilità ai pedoni e sopratutto alle mamme che portano i bimbi con carrozzine o passegini. Personalemte , in quanto neo mamma e quindi ormai dotata di carrozzina , spesso mi sono ritrovata a dover fare una sorta di gimkana e camminare in mezzo alla strada , con i relativi pericoli, in quanto i marciapiedi erano occupati dalle auto in sosta dei clienti delle attività limitrofe, del Sub Sinnai e forse di qualche abitante stesso o titolare di attività della stessa via. Ritengo che la vostra battaglia debba essere giustamente combattuta trovando accordi con l'amministrazione comunale evitando che episodi come questo si ripetano . GRAZIE , una neomamma

 

 

Invia ad un amico:

inserisci la tua email (*)

Inserisci la mail del tuo amico(*)

eventule commento

 

Foto Archivio Questasinnai.com
visite: 904779
x

Questasinnai